Skip to main content

Iniziative della Comunità Shalom dopo l’arresto di Claudio Pozzi avvenuto il 21 aprile 1972

21 aprile: Volantino A tutti gli amici, le comunità di base, i gruppi di Napoli
– 22 aprile: Comunicati stampa ai giornali Il Mattino, l’Unità, il manifesto
– 22 aprile: Volantino dei gruppi cristiani di base sull’imminente voto politico (La comunità Shalom, mentre era impegnata a sostenere l’obiezione di Claudio Pozzi, prese posizione sulle imminenti elezioni politiche assieme ad altri gruppi cristiani napoletani).
– 24 aprile: Lettera a varie personalità e comunità per sollecitare lettere di solidarietà.
– 25 aprile: Riunione con i gruppi di base napoletani per definire un programma di iniziative, durante la quale si è cominciato a raccogliere firme per Claudio.
26 aprile: Volantino “Non è propaganda elettorale“.
29 aprile: Volantino “Un uomo è in prigione“.

– 1° maggio: Alcuni membri della comunità vengono convocati da Carabinieri e indiziati di reato per vilipendio delle forze armate per i due volantini del 26 e del 29 aprile. Come reazione a ciò altri membri della comunità e tanti amici decidono di autodenunciarsi recandosi in Procura o al Commissariato.
Pagina del diario della comunità tratta dal libro “Uno spicchio di cielo dietro le sbarre” di Claudio Pozzi (vedi bibliografia).
– Il 22 maggio i Carabinieri denunciarono 28 membri della comunità “per i delitti di istigazione di militari a disobbedire alle leggi, di vilipendio delle Forze Armate e di istigazione a delinquere ed apologia di delitto” per i volantini redatti e distribuiti in seguito all’arresto di Claudio, ma – con atto del 7 giugno – il Sostituto Procuratore della Repubblica Vittorio Sbordone dispose l’archiviazione della denuncia; la stessa fu confermata il 15 giugno dal Giudice Istruttore.

7-8 maggio: Invio della lettera per richiedere solidarietà a un nuovo gruppo di persone.
14 maggio: Volantino distribuito nei capannelli in diverse piazze di Napoli.

Organizzazione della marcia Formia-Gaeta svoltasi il 21 maggio 1972
Piano dei lavori.
Volantino distribuito ad Aversa il 19 maggio.
Volantino preparato per le scuole e non più distribuito.
Volantino distribuito durante la marcia.
Canti intonati durante la marcia.
Mozione consegnata al comandante del carcere di Gaeta.

– 29 maggio: Bozza lettera per sollecitare manifestazioni di solidarietà
– 6 giugno: Dal diario della comunità «Abbiamo avuto il permesso di occupare per due giorni (mercoledì e giovedì) piazza Dante, di far girare uomini-sandwich (due per volta) e di volantinare a piazza Dante e zone limitrofe. La sera di giovedì potremo passare (senza corteo) a piazza S. Maria degli Angeli e pernottare sotto il Tribunale militare. Passiamo la serata a stilare faticosamente il manifestino».
– 7 giugno: Volantino distribuito durante il presidio a Piazza Dante.
– 8 giugno: Seconda stesura del volantino distribuito a Piazza Dante.
– 9 giugno?: Foto manifestanti sotto il Tribunale Militare di Napoli
– 9 giugno: Promemoria processo.
– 9 giugno: Resoconto processo.
– 20 luglio: Distribuzione resoconto processo.

– 25 luglio: La comunità Shalom organizza la partecipazione alla VI marcia antimilitarista Trieste-Aviano.

  • Fonte:

    Fondo personale di Claudio Pozzi

Torna a