Skip to main content

Ringraziamenti

Ringraziamo…

Sergio Albesano

Per aver autorizzato la pubblicazione del suo libro Storia dell’obiezione di coscienza in Italia e per i numerosi documenti inviatici fra i quali segnaliamo, in particolare, la sua intervista a Pietro Pinna raccolta nel marzo del 1989 e il testo del libro da lui curato Le periferie della memoria, AA.VV.

Massimo Aliprandini

Membro della LOC (Lega Obiettori di Coscienza) per averci fornito l’atto costitutivo dell’associazione

Fabrizio Battistelli e Maurizio Simoncelli

Presidente e Vicepresidente di IRIAD – Istituto di Ricerche Internazionali Archivio Disarmo per averci inviato alcune schede informative sull’obiezione di coscienza elaborate dal loro Istituto (scheda n. 1 – 2 – 3) e averci autorizzato a pubblicare alcuni video e notizie del Convegno di Roma del 5 dicembre 2022

Giuseppe Bruzzone

Obiettore di coscienza negli anni 1966-1968 (4 condanne, 26 mesi di carcere) che ci ha inviato la sua fedina penale.

Claudio Cremaschi

Per i numerosi documenti che ha inviato.

Sergio Cremaschi

Obiettore di coscienza (detenuto nel carcere di Peschiera fra febbraio e maggio 1970) per i numerosi articoli di giornale e altri documenti che ci ha inviato.

Hermes Ferraro

Per il suo saggio sulle Quattro Giornate di Napoli.

Giorgio Giannini

Per numerosi saggi e documenti che ha inviato e anche per i numerosi libri che ci ha autorizzato a pubblicare.

Antonio Ghibellini

Per averci inviato un’importante ricostruzione della lotta per il riconoscimento dell’obiezione di coscienza al servizio militare a Bologna curata da Paolo Predieri e Andrea Rimondi.

Marco Labbate

Per averci inviato la sua tesi di dottorato E se la patria chiama… Storia dell’obiezione di coscienza al servizio militare nell’Italia repubblicana (1945-1972) e dato diversi suggerimenti sulla gestione del sito.

Andrea Maori

Valerio Minnella

Obiettore di coscienza negli anni 1971-1972 con varie condanne, per aver costruito il sito “Se la Patria Chiama” contenente tutti i numeri dell’omonimo periodico (https://www.selapatriachiama.org/) e per la sua biografia.